Chiamale se vuoi tiny, micro, small…

Non si può avere tutto. Voglio dire, dove lo metteresti?
La sa lunga Steven Wright, comico e attore statunitense, noto in Italia per aver duettato con Roberto Benigni nel corto Coffee and Cigarettes del regista Jim Jarmusch.
Volere tanto, o addirittura tutto, è un malanno del nostro secolo e di quello precedente. Ma si può guarire. Lo sa bene chi ha fatto scelte drastiche in tema di spazi. Ecco 3 esempi estremi.

# Vivere in 9 metri quadri

Muji, il brand giapponese, ha creato una mini casa di 9 metri quadri, emblema del vivere minimal e chic, che sfrutta materiali e capacità artigianali della tradizionale cantieristica navale giapponese. Si chiama Muji HUT ed è una micro casa prefabbricata che può essere posizionata ovunque.
L’interior è compatto, ma è amplificato dalla presenza di un portico e da un soffitto dalle generose altezze. L’ingresso è rappresentato da un’enorme finestra che occupa tutta la facciata e rende luminosissimo lo spazio.

Ph. credits: floornature.it
Ph. credits: floornature.it

# Vivere in 11 metri quadri

Questa microcasa si trova a Ischia ed è stata progettata su misura da Marco Cortese per il cantautore Romolo Bianco. E’ un spazio trasformabile ed elegante in cui convivono una cucina, un bagno, una zona giorno e una zona notte. I pochi metri quadri calpestabili si sviluppano su un’altezza massima di 240 centimetri, grazie alla volta a botte. La genialità sta nel fatto che tutta la casa ruota attorno a un armadio scenografico in rete microforata e magistralmente illuminato, che fa da elemento divisorio degli ambienti.

Ph. credits: pinterest
Ph. credits: pinterest
Ph. credits: pinterest

# Vivere in 17 metri quadri

Thousand Crow è il nome della casa in miniatura di Isabbella Mori a Vancouver, che ha investito 39mila dollari per la costruzione di questa tiny house su ruote. Nonostante le dimensioni ridotte non manca nulla: grazie a un intelligente gioco di incassi, il micro spazio offre tutte le comodità e i comfort di una casa normale. La luce esterna viene filtrata attraverso le doghe, rendendo gli interni caldi e rilassanti. La doccia ha una piccola finestra che incornicia la natura e la cucina è completa di ogni elettrodomestico.

Ph. credits: blog_939
Ph. credits: case.24

Lascia un commento